In vicolo allo Stàffora, la vecchia strada di passaggio delle lavandaie verso il fiume, in uno dei più suggestivi luoghi del centro Storico di Varzi, affacciato su Villa Leveratto Mangini e ai piedi della Torre di Porta Sottana, c’è il Ristorante Officina dei Sapori.

Un attento recupero edilizio trasforma un’antica scuderia per cavalli con fienile sovrastante in due sale da pranzo sobrie e affascinanti (da cinquanta coperti) ed un cortiletto all’aperto, lasciando inalterate le originali caratteristiche architettoniche.

Nel mio ristorante ho scelto di valorizzare le ricette tipiche varzesi che privilegiano i prodotti naturali, locali e stagionali che uso per cucinare piatti rigorosamente ”fatti in casa” e per farvi apprezzare i profumi e i gusti che mia nonna e mia mamma mi hanno tramandato.

La carne proviene da allevamenti della Valle Staffora, i salumi rigorosamente artigianali si affinano per mesi nella mia cantina, i funghi si raccolgono in autunno sulle pendici del Monte Penice (e dei boschi circostanti) e le patate provengono dalla località Brallo dove il terreno di montagna conferisce gusto e consistenza ai miei gnocchi. La pasta fresca rigorosamente tirata “a mano” viene prodotta settimanalmente e all’occasione si usa la ricotta di Cima Colletta. Queste e altre ancora sono le attenzioni che uso nella mia cucina per deliziare i palati dei miei Ospiti.